3 giorni a Roma: cosa non perdere

Hai prenotato il tuo viaggio a Roma ma non sai ancora cosa visitare? Non riesci a deciderti su cosa vedere e cosa lasciare per una prossima visita? Se la risposta è affermativa, ti trovi nel posto giusto. In questo articolo ti riassumerò in un breve itinerario i luoghi più significativi ed importanti della capitale in modo che tu possa visitare il più possibile.

Iniziamo!

Giorno 1:

Potrai iniziare la visita con il simbolo di Roma: il Colosseo, conosciuto anche come Anfiteatro Flavio; un tempo arena, è il più grande anfiteatro del mondo. Ingresso: €12. (per informazioni controllare qui). Uscito dal Colosseo, potrai percorrere Via dei Fori Imperiali, una via molto importante che collega il Colosseo a Piazza Venezia ed è costeggiata dai Fori Imperiali.
 Arrivato a Piazza Venezia, potrai ammirare la maestosità dell’Altare della Patria, luogo in cui è conservato “il milite ignoto” come simbolo di tutti coloro che sono morti in un conflitto e non sono mai stati identificati. Non molto lontano da Piazza Venezia si trova Piazza Navona, una delle più celebri piazze di Roma. Di particolare importanza sono la Fontana dei quattro fiumi di Gian Lorenzo Bernini e la Chiesa di Sant’Agnese in Agone di Francesco Borromini.

Potrai iniziare il pomeriggio con la visita di un’altra importantissima piazza romana: Piazza del Popolo. Da qui, potrai dirigerti verso Via del Corso, via molto importante per gli amanti dello shopping; da via del Corso raggiungerai facilmente Piazza di Spagna, dove potrai ammirare la Scalinata di Trinità dei Monti e la Fontana della Barcaccia, realizzata da Pietro Bernini e dal figlio Gian Lorenzo. Da qui arriverai alla Fontana di Trevi, la più grande e la più famosa di Roma.

Fontana di Trevi
Fontana di Trevi

Giorno 2:

Potrai dedicare la mattinata alla visita di San Pietro, iniziando dalla Piazza; la piazza è circondata da un lungo colonnato sopra il quale sono situate 140 statue, 70 per lato. Successivamente entrerai nella Basilica di San Pietro, la più grande di Roma e sede delle principali manifestazioni del culto cattolico.
Uscito dalla Basilica, potrai dirigerti verso i Musei Vaticani, uno dei più belli musei di Roma; qui ammirerai moltissime opere d’arte realizzate dai più importanti artisti europei. Oltre alle numerose opere, potrai visitare la Cappella Sistina, con i bellissimi affreschi realizzati da Michelangelo Buonarroti. (per informazioni sui biglietti puoi consultare il sito).

Nel pomeriggio, potrai iniziare con la visita di Castel Sant’Angelo, situato sulle sponde del Tevere. Da qui andrai verso il Pantheon, dove troverai le tombe di alcuni personaggi famosi tra cui i due Re d’Italia e Raffaello. La cupola ospita al suo apice un’apertura circolare che permette l’illuminazione dell’ambiente interno. Successivamente camminerai verso piazza Campo de’ Fiori, conosciuta soprattutto per i numerosi locali e ristoranti e per la “movida” notturna.

Campo de' fiori
Campo de’ fiori

Giorno 3:

La mattina, potrai andare a visitare Circo Massimo. Da qui, potrai dirigerti verso la Basilica di San Giovanni in Laterano, la più antica basilica dell’Occidente. Da lì potrai visitare il Santuario della Scala Santa, scala salita da Gesù per raggiungere l’aula dove ha subito l’interrogatorio di Ponzio Pilato prima della Crocifissione.

Nel pomeriggio potrai visitare il Museo Galleria Borghese, un altro museo molto importante, situato all’interno di Villa Borghese. Al suo interno potrai ammirare opere di Bernini, Canova, Raffaello e molti altri artisti italiani. Una volta finita la visita, ti consiglio di rilassarti e goderti Villa Borghese, passeggiando all’interno di questo grande parco o riposandoti sulle numerose panchine.

Spero che questo breve ma intenso itinerario possa esserti utile!

Fatemi sapere cosa avete visitato e cosa vi è piaciuto di più!

 

Ps: Le immagini in questo articolo non sono di mia proprietà, se dovessero violare i diritti d’autore verranno subito rimosse.