3 giorni a Firenze: cosa vedere?

State organizzando un viaggio a Firenze ma non sapete cosa visitare? Avete paura di tralasciare qualcosa di importante? Se la risposta è affermativa, continuate a leggere questo articolo. Vi riassumerò in un breve itinerario i luoghi più belli e significativi della città, conosciuta anche come “culla del Rinascimento”.

Iniziamo!

Giorno 1:

Potrete iniziare il vostro viaggio con la visita della Basilica di Santa Maria Novella, situata in prossimità della stazione principale di Firenze. La basilica era, per Firenze, il punto di riferimento per l’ordine dei domenicani. Di particolare importanza è la sua facciata, considerata una fra le opere più importanti del Rinascimento fiorentino.
Potrete continuare la visita arrivando alla Piazza del Duomo, dove potrete ammirare la Cattedrale di Santa Maria del Fiore, il Campanile di Giotto e il Battistero di San Giovanni. La cattedrale è il simbolo di Firenze ed è, per grandezza, la terza chiesa al mondo. La costruzione fu ordinata dalla Signoria fiorentina, iniziata dall’architetto Arnolfo di Cambio, continuata da numerosi altri architetti e, infine, completata con la cupola di Brunelleschi, la più grande cupola in muratura mai costruita.

Santa Maria Novella
Santa Maria Novella

Nel pomeriggio potrete continuare con la visita di Piazza della Signoria, dove potrete ammirare il Palazzo Vecchio, la Loggia dei Lanzi (chiamata così perché vi si accamparono i Lanzichenecchi nel 1527) e la copia del David di Michelangelo, sostituita all’originale. Il suo significato è quello del popolo (Davide) che, con l’aiuto di Dio, sconfigge il tiranno (Golia).

Giorno 2:

Santa Maria del Fiore

Potrete iniziare la giornata con la visita di un’altra importantissima basilica di Firenze: Santa Croce. La Basilica è stata officiata dai Francescani ed è una delle massime realizzazioni del gotico in Italia; è nota per le numerose sepolture di sommi artisti, letterati e scienziati che racchiude. Nonostante sia una chiesa cattolica, vi sono anche sepolture di persone non credenti, come ad esempio Foscolo.
Nella piazza di Santa Croce potrete ammirare anche il Monumento a Dante Alighieri. Successivamente potrete attraversare il fiume Arno passando per il ponte più famoso di Firenze: Ponte Vecchio. Il ponte è composto da tre ampi valichi ad arco ribassato; inoltre, sul ponte, potrete trovare numerosi negozi di oreficeria e gioiellerie molto particolari

Nel pomeriggio, vi consiglio di visitare Palazzo Pitti, che fu la residenza del Granducato di Toscana, abitata dai Medici, dai Lorena e dai Savoia. Al suo interno potrete trovare un complesso museale composto da gallerie e musei di diversa natura. Una volta visitato il palazzo, vi dirigerete verso il Giardino di Boboli, situato alle spalle del palazzo, uno dei migliori esempi nel mondo di giardino all’italiana.

Giorno 3:

Potrete dedicare la mattinata alla visita del museo più importante di Firenze: la Galleria degli Uffizi. L’edificio ospita un’importantissima raccolta di opere d’arte inestimabili derivanti dalle collezioni dei Medici. Divisa in varie sale, l’esposizione mostra opere dal XII al XVIII secolo, con la migliore collezione al mondo di opere del Rinascimento. Al suo interno troviamo opere di importanti artisti come Caravaggio, Giotto, Leonardo da Vinci, Michelangelo e così via.

Nel pomeriggio, potrete affacciarvi al Piazzale Michelangelo, situato nella parte più alta della città, da dove potrete godere di un panorama mozzafiato dell’intera città. Da qui spiccheranno la cupola di Brunelleschi e le altre basiliche della città.

Vista da Piazzale Michelangelo
Vista da Piazzale Michelangelo

Spero che questo breve itinerario possa esservi utile per il vostro viaggio!