Elafonisos: un gioiello nel Peloponneso

Oggi torniamo a parlare di un’isola che ci è rimasta nel cuore: piccola, silenziosa ed affascinante, ci ha subito rapiti e sinceramente non vedo l’ora di tornare! Sto parlando di Elafonisos, una piccola isola del Peloponneso a poche centinaia di metri dalla costa, un vero gioiello. Siamo arrivati sull’isola dopo aver attraversato tutto il Peloponneso in macchina, ve ne ho parlato negli articoli precedenti:

Siamo venuti a conoscenza di quest’isola un po’ per caso. Solitamente quando non abbiamo nulla da fare ci divertiamo ad aprire Google Maps e a spostarci sulla mappa in modo casuale, fino a quando qualcosa non ci colpisce ed allora dobbiamo subito capire di cosa si tratti.
Così è successo per Elafonisos, stavamo facendo delle ricerche per il Peloponneso e muovendoci lungo la costa per trovare un bel posto in cui trascorrere alcuni giorni di mare dopo un viaggio in macchina stancante, ci siamo imbattuti in un mare di un blu troppo intenso per essere vero.

Questo è ciò che si è presentato davanti i nostri occhi:


Ci siamo fin da subito chiesti come potesse un’isola del genere rimanere sconosciuta alla maggior parte delle persone. Solo in seguito abbiamo capito il perché, per ora diciamo solo che non è una passeggiata raggiungerla!
Ma iniziamo a parlare delle cose davvero utili, partendo dal problema principale, cioè come arrivare. Si questo è sicuramente l’ostacolo maggiore perché o si ha una macchina… o si ha una macchina (sia per raggiungere l’isola che per spostarsi e raggiungere le varie spiagge una volta lì).

Come arrivare

L’isola può essere raggiunta in diversi modi.

In aereo:
Elafonisos non è raggiungibile in modo diretto con un aereo, bisogna atterrare ad Atene o a Kalamata (qui per ora arrivano solo i voli provenienti da Milano-Bergamo).
Giunti ad Atene dovrete affittare un’auto presso una delle tante agenzie che troverete appena usciti dall’aeroporto, noi abbiamo scelto Autounion e ci siamo trovati benissimo. L’unica cosa che vi consigliamo di fare è di chiamarli appena atterrati e no appena prese le valigie, così loro avranno il tempo di venirvi a prendere con la navetta e voi non dovrete aspettare tanto (l’agenzia è a 5 minuti di macchina, sul bivio dell’aeroporto).
Dopo aver preso l’auto dirigetevi verso l’autostrada e seguite le indicazioni per Sparta, dopo un viaggio di circa 3 ore lascerete l’autostrada e proseguirete il viaggio attraverso una strada statale. Da qui calcolate sicuramente 1 ora e mezza/2 di viaggio, considerate che gli ultimi chilometri saranno più difficili (molte curve e quindi stancante, soprattutto per chi guida!) ma sicuramente ne varrà la pena.

Se arrivate a Kalamata, dopo aver affittato l’auto prendete l’autostrada e seguite le indicazioni per Sparta. Molti decidono di percorrere la strada normale ma vi ricordiamo che il Peloponneso è un territorio particolarmente montuoso e questa strada attraversa la catena del Taigeto, non proprio una passeggiata tra tornanti e altro (vi sembrerà di andare in settimana bianca ahah). Vi consigliamo quindi di prendere l’autostrada e farla tutta, non lasciandovi convincere dalla differenza di chilometri che vi troverete davanti.

In traghetto:
Dall’Italia ci sono i soliti traghetti che collegano la nostra penisola con Patrasso, con parte
nza da Bari, Ancona e Brindisi. Se avrete scelto questa modalità di viaggio avrete già la vostra auto quindi potrete subito iniziare il vostro viaggio, anche qui direzione Sparta.

In entrambi i casi arriverete a Pounta, da qui parte il traghetto che in 10 minuti vi porterà sull’isola. Il costo è di circa 10 euro per l’auto e 1 euro a persona. Il traghetto non ha orari ben precisi ma diciamo che parte all’incirca ogni 30 minuti. Questo è il sito della compagnia dove potrete trovare tutte le informazioni.



Dove dormire

Sull’isola, come in tutta la Grecia, è facile trovare un alloggio conveniente in cui pernottare. Ad Elafonisos troverete diversi alberghi, B&B, affittacamere, appartamenti ed un campeggio. Noi abbiamo abbiamo scelto “Sogno Greco” ed abbiamo prenotato direttamente sul loro sito, molto conosciuti sono anche Il vecchio frantoio ed il Camping Simos.
A Sogno Greco vi accoglieranno benissimo, troverete tutto quello di cui avrete bisogno, gli appartamenti sono puliti e il personale sarà sempre pronto a risolvere ogni vostro problema. Nell’edificio di fianco troverete un piccolo market dove poter comprare beni di prima necessità.
Parlando di questo, abbiamo notato che non ci sono market molto forniti, non troverete una grandissima varietà di prodotti e vi dovrete accontentare. C’è un macellaio ed una pescheria, vi consigliamo di andarci di giorno perché nel tardo pomeriggio chiudono e quindi tornando dal mare potreste avere una bella sorpresa.

Dove Mangiare

Lungo il porticciolo e all’interno del paese troverete numerose taverne dove poter cenare spendendo non più di 15 euro a persona. I locali offrono principalmente pesce freschissimo pescato in zona, non troverete molta scelta di carne (i tipici piatti turistici come i souvlaki sono difficili da trovare), ed i pita vengono preparati solamente da un locale.
Per quanto riguarda la vita notturna dimenticatevi discoteche e quant’altro, solo piccoli pub e gelaterie sulla via principale. Ma anche questo fa parte della tranquillità dell’isola, giusto?
Le taverne che vi consigliamo di provare sono: “Sta Kala Kathoumena”, non è sul porto ma al centro del paese in una bellissima piazzetta; “Menti Brothers”, sul porticciolo; “Pita bar”, all’angolo all’inizio della via dei ristoranti.

Le spiagge

Elafonisos ha tre spiagge principali.
Le due spiagge di Simos sono vere e proprie piscine naturali, di un azzurro bellissimo. In spiaggia c’è la possibilità di affittare ombrelloni e lettini a circa 5€ al pezzo, dipende dal periodo. A noi è piaciuta molto quella più piccola, al riparo dal vento e vicino alla piccola penisola in mezzo al mare.

La terza spiaggia è quella di Panagias, sul lato ovest dell’isola, mare cristallino anche qui e, se sarete fortunati forse potrete incontrare anche le tartarughe marine. Questa spiaggia è una salvezza se tira vento troppo forte perché di solito arriva dalla parte opposta quindi si è al riparo.
Tutte e tre le spiagge sono raggiungibili in 5 minuti di auto, anche meno ed in tutte è presente un locale/bar con bagno dove potrete mangiare un panino, frutta o piatti veloci.
Se non avrete la fortuna di incontrare le tartarughe marine non vi scoraggiate! Noi non le abbiamo viste in spiaggia ma una ci è capitata davanti proprio durante una passeggiata sul porticciolo ed altre mentre eravamo sul traghetto la mattina presto, quindi non perdete le speranze.

Le Escursioni

Da Elafonisos potrete visitare, in giornata, il paese più vicino sulla terraferma, Neapolis. Se decidete di trascorrere tutta la giornata fuori potrete anche arrivare a Mistràs e a Monemvasia, trovate la descrizione dettagliata negli articoli precedenti (che trovate nei link in alto).

Quindi vi ho incuriosito almeno un po’? Io spero di si perché secondo me è una tappa da non perdere se ci troviamo nel Peloponneso, sia per una toccata e fuga ma soprattutto per qualche giorno in più in assoluta tranquillità. Fatemi sapere nei commenti cosa ne pensate! 🙂