Monemvasia: continua il viaggio in Grecia on the road

Proseguendo il nostro viaggio in Grecia, oggi parleremo più approfonditamente di Monemvasia, una piccola cittadina arroccata su una montagna che dà vita ad un promontorio ed è collegata alla terraferma solo attraverso un istmo artificiale. Ci troviamo in Laconia, a circa 100 km da Sparta.
Negli ultimi anni ha ottenuto sempre più successo e,vista la notevole particolarità del luogo e del bellissimo panorama, sempre più turisti arrivano in questo luogo quasi sperduto.
Monemvasia si è sviluppata ed ora si può trovare qualsiasi tipo di sistemazione, dalla guesthouse ad alberghi extra lusso. Ma scopriamo insieme qualcosa di più!

Continuiamo a raccontare il viaggio che a settembre ci ha portati in Grecia, di cui abbiamo parlato qui: Grecia on the road: itinerario alla scoperta del Peloponneso, Mistrà patrimonio Unesco: la Grecia che non ti aspettiSito archeologico di Micene: Grecia on the road.

 

Come dicevo Monemvasia si trova arroccata su una montagna, questa sua posizione la rendeva inespugnabile: Da una parte le mura a picco sul mare, e dall’altra la roccia. Perfettamente sicura, in passato sviluppò un’ampia rete di scambi grazie al suo porto commerciale e militare.

 

Come arrivare

Quando noi l’abbiamo visitata siamo arrivati da Sparta, ma da qualsiasi posto si arrivi raggiungere Monemvasia non sarà proprio una passeggiata. Diciamo che la strada non è delle migliori, non perchè sia rovinata, ma segue molto il paesaggio e ci sono molti tornanti.
Nonostante questo il panorama è mozzafiato, soprattutto quando dopo l’ultima curva si riesce ad intravedere il promontorio. Il paese non si vede, perché è dalla parte opposta, c’è solo la montagna e il mare.
Il nostro consiglio è quello di arrivare in auto perché si impiega meno tempo e si è più liberi, ma ci sono anche delle corse di pullman che collegano Monemvasia con Atene (a circa 300 km) e un traghetto che, sempre partendo da Atene, attracca al paese vicino.

Quando arriverete sarete costretti a parcheggiare la macchina, Monemvasia può essere visitata solo a piedi e la macchina deve essere lasciata prima delle mura d’ingresso. Si può parcheggiare appena superato l’istmo o nel paese sulla terraferma.
Noi dal parcheggio siamo andati a piedi, è un po’ lunga, ma il paesaggio è mozzafiato. Se non volete andare a piedi c’è un autobus che fa da navetta tra l’istmo e la porta del paese.

Cosa vedere

Si entra a Monemvasia solo attraverso una porta, e da questo prende proprio il nome (dal greco significa Monemvasia significa “unico accesso”).
Ci siamo trovati in un vicolo molto stretto, tutto in pietra, sul quale affacciano sia negozi turistici di souvenirs che botteghe più tipiche. Abbiamo proseguito la passeggiata tra le case in pietra e i locali caratteristici e più alla moda, fino alla piazza principale. Qui oltre alla bellissima terrazza sul mare, sotto la quale il mare si infrange sugli scogli e le mura, troviamo la chiesa di Elkomenos Christos.

Vi consigliamo di perdervi tra tutti i vicoli del paese e raggiungere le altre due chiese di Aghios Nikolaos e Panagia Chrysafitissa, ma soprattutto non perdetevi la passeggiata lungo le mura esterne dalle quali godrete di un panorama pazzesco.

Anche se con molta fatica, visto il caldo e il sole (armatevi di cappellino e acqua!), salite lungo il sentiero che vi porterà in cima alla montagna, godetevi la vista e visitate la chiesa di Aghia Sofia.

Se deciderete di trascorrere una notte a Monemvasia non perdetevi un’escursione alle

grotte di Kastania: aperte solo da pochi anni dopo la scoperta di un contadino, si visitano in barca passando tra stalattiti, pilastri e colonne.

Non possiamo che consigliarvi Monemvasia per una breve fuga rilassante, in pochi giorni sarete rigenerati grazie alla tranquillità di questo posto, e se proprio volete concedervelo non esitate a soggiornare in uno dei bellissimi alberghi che sono stati aperti sul promontorio!

Noi siamo rimasti molto soddisfatti da questa escursione, vi consigliamo di passare anche due o tre giorni per godere al meglio di qualsiasi esperienza.

E voi? Ci siete già stati? Se avete in programma un viaggio nel Peloponneso non dimenticate di aggiungere Monemvasia tra le vostre trappe imperdibili!

  • Che bel posto, sembra uscito da una favola. Già il fatto della unica porta di accesso la rende molto misteriosa. Segno per quando tornerò in Grecia, spero presto 🙂

    • Si sicuramente è da non perdere! A saperlo prima ci avrei trascorso un bel fine settimana 🙂

  • Sembra davvero un posto incantevole. Anche io ho fatto un viaggio on the road in Grecia ed ho scoperto che è un Paese ricco di sorprese. Poi adoro il fatto che Monemvasia sia visitabile solo a piedi!!

    • Si è molto affascinante, le vie così strette rendono tutto molto più caratteristico. La Grecia ha così tanto da offrire, prima o poi farò un itinerario per il nord!